Organic shapes in Yacht Design – FLOW 490 by Mauro Fragiotta & Mark Beccaloni

Featured

ENG

The project was born after a deep study
on the of Mediterranean motor yachts
type and, after studying the morphological
and functional features, we wanted
to create a new design that aims to a
radical innovation. An accurate study on
ergonomics and proxemics has led to                                                                              the decision to create a wide-body boat
with an asymmetric deckhouse, changing
access to the foredeck, thus creating
a large interior space. The asymmetry
has thus become the basic concept of
the design of this yacht and therefore
the design had to follow an unconventional
path. Designed almost entirely in
three dimensions using surface modeling,
it’ s inspired by the amorphous forms
of the creatures of the deep, lines and
surfaces’ cuts derived from car design.

ITA

Un progetto che nasce dopo un
profondo studio sulla tipologia di yacht a
motore di tipo mediterraneo e, dopo
averne studiato le caratteristiche
morfologiche e funzionali, si è voluto
creare un design di rottura che mirasse
ad un’ innovazione radicale. Uno studio
accurato sull’ ergonomia e la prossemica
ha portato alla decisione di creare
un’ imbarcazione “wide body” con tuga
asimmetrica, modificando l’accesso al
ponte di prua, permettendo così di
creare un ampio spazio interno.
L’asimmetria è diventato così il concetto
base del design di questo yacht e quindi
anche la progettazione ha dovuto
seguire una via non convenzionale.
Concepito quasi completamente in tre
dimensioni, tramite modellazione
superficiale, si ispira alle forme amorfe
delle creature degli abissi, le linee ed il
trattamento delle superfici derivano dal
design automobilistico.

Life Radiator – Functional Aesthetic – design by Mauro Fragiotta

ENG
Exhibited for the first time during the Milan Design Week 2012, 17-22 April @ Nhow Hotel, 35 Via Tortona
Life is a towel heater made of recycled aluminum designed for central heating, developed in collaboration with “Ad Hoc”, a Gruppo Ragaini’ s company. It ‘a study project that led to a revolutionary prototype that intends to propose a different balance between aesthetics and function. Life is a a powerful radiator, careful about consumption; the holders are positioned in front of the radiating elements therefore, even when there are towels, convective air flow is not altered and not wasting radiator heating capacity. Life, at the same time, wants to be an iconic object, a basic shapes artwork; are clear, in it, references to the art world, as the rationalist movement “De Stijl” and the Donald Judd’s “Minimalism”, in particular with the His work “Untiteled”, 1970. As in the minimalist artwork, in the Life radiator, the distance between holders respects the sequence of the “Fibonacci series”, as the concept behind this project is the search for a pure aesthetic inspired by nature, from which the project name cames from: “Life”.

ITA
In mostra per la prima volta durante la Design Week di Milano (Fuorisalone 2012) dal 17 al 22 Aprile, presso l’ Nhow Hotel in Via Tortona, 35
Life è un radiatore scaldasalviette in alluminio riciclato concepito per il riscaldamento centralizzato, sviluppato con la collaborazione dell’azienda ‘Ad Hoc’ del ‘Gruppo Ragaini’. E’ un progetto di studio che ha portato ad un prototipo di nuova concezione e propone un diverso equilibrio tra estetica e funzione. Life è uno scaldasalviette, performante, attento ai consumi; i suoi appoggi, posizionati davanti agli elementi radianti fanno sì che anche quando siano presenti asciugamani, il flusso convettivo dell’aria non venga alterato ed il calorifero non perda capacità di riscaldamento. Al tempo stesso Life vuole essere un oggetto iconico, scultoreo, essenziale nelle forme; sono chiari, in esso, riferimenti al mondo dell’arte, come al movimento razionalista “De Stijl” ed al “Minimalismo” di Donald Judd, in particolare con la sua opera “Untiteled”, 1970. Analogamente all’opera minimalista, nel radiatore Life, la distanza tra gli appoggi rispetta la sequenza nota come “serie di Fibonacci”, in quanto il concetto alla base di questo progetto è la ricerca di un’ estetica pura ispirata alla natura, da cui prende in nome il progetto stesso: “Life”.